Passa ai contenuti principali

Letture dalla A alla Z

A

B

C

Candy Candy, Keiko Nagita 

Cinquanta sfumature, E. L. James

D

Diocleziano, Umberto Roberto

E

F

Fangirl, Rainbow Rowell

G

Giacinta, Luigi Capuana 

H

I

Il circo della notte, Erin Morgenstern

Il mondo dell'altrove, Sabrina Biancu

I ponti di Madison County, Robert James Waller (per il blog Matte da leggere)

J

K

L

L'eleganza del riccio, Muriel Barbery

L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome (Vani #1), Alice Basso

La scrittrice del mistero (Vani #4), Alice Basso

La tentazione di essere felici, Lorenzo Marone

La tristezza ha il sonno leggero, Lorenzo Marone

Le ali della vita, Vanessa Diffenbaugh

M

Magari domani resto, Lorenzo Marone

N

O

Olga di carta. Il viaggio straordinario, Elisabetta Gnone

P

Q

Queste oscure materie. La trilogia completa, Philip Pullman 

R

S

Scrivere è un mestiere pericoloso + Non ditelo allo scrittore (Vani #2-3), Alice Basso

T

Terapia di coppia per amanti, Diego De Silva

The Baby, Abigail Barnette (The Boss #5)

The Boss series, Abigail Barnette

The Stranger, Abigail Barnette (The Boss #0.5)

Twilight la graphic novel, Stephenie Meyer

Twilight saga, Stephenie Meyer

U

Una certa idea di mondo, Alessandro Baricco

Una stanza tutta per sé, Virginia Woolf (per il blog Matte da leggere)

V

Viola, vertigini e vaniglia, Monica Coppola  

W

X

Y

Z

Commenti

Post popolari in questo blog

I preferiti, sotto l'albero, e tutto quello che resta da dire del 2018

L'avrete capito, no? È il momento dei listoni e cosa c'è di più banale. Eppure confesserò che a me non disturba poi granché, anzi. C'è qualcosa di così compiuto e perciò di rassicurante in una lista stilata con metodo. Per quanto, detto tra noi (ahi ahi ahi), la vostra Rosa qui presente quest'anno abbia letto una quantità di libri semplicemente miserevole. Non che i numeri significhino molto, okay, però oddio una soglia minima di 15 libri, per buona decenza, uno se la dà.
Invece ecco cosa risulta su Goodreads: You have read 13 of 30 books in 2018.
D'altra parte è vero che una Challenge offre una visione alquanto limitata della faccenda, perché, ad esempio, non tiene conto del fatto che per la prima volta da qualche anno non mi sia capitato neanche un libro veramente brutto brutto brutto o che tra i 13 suddetti sia compresa una delle più grandi narrazioni epiche mai concepite o ancora tre opere di saggistica lette a stralci ma che anche così lasciano un bagaglio rag…

L'amore è per segugi | LA SCRITTRICE DEL MISTERO, Alice Basso

La mia lettura
«E dai, non potrà mica sempre andare bene, prima o poi il calo sarà fisiologico, ci scommetto che siamo arrivati a questo stadio, come quando fai i test a crocette e se escono troppi "sì" di fila sicuro che arriva anche il momento del "no", quindi crepi di fifa». Questa è la comicità di Alice Basso, in uno dei suoi irriverenti, scoppiettanti, dolcissimi post su Facebook (una droga pesante, stateci attenti) e se c'è una cosa che ormai dovreste aver capito di Alice Basso è che la comicità, nelle sue mani, è un fucile di precisione. Perché, se è vero che non uno tra noi lettori avrebbe esitato a vendere l'anima al diavolo per questo oggetto sacro e benedetto, La scrittrice del mistero, edito Garzanti, il quarto libro (signori, il Q U A R T O libro) di Vani Sarca, pure, quel tanto così di fifa blu c'era. Brutta faccenda avere aspettative altissime. Ancor più brutto, esser stati mollati proprio su un finale perfetto, da sipario che si chiude e…

I Nuovi Mostri | L'ELEGANZA DEL RICCIO, Muriel Barbery

| I Mostri Antichi li conosciamo, o quantomeno fingiamo di conoscerli, ma i Nuovi Mostri? Chi sono, dove sono?



La mia lettura

L'arte è la vita, ma su un altro ritmo.
Vi consiglio di prenderla molto sul serio questa frase, perché stavolta proveremo davvero a dire quanto contiene e significa questo libro.

Brevemente però, intanto, i prodromi.

Dovremmo osservare anzitutto, a beneficio del lettore che si accosti alla lettura, che la prima esperienza, come ogni rito iniziatico, imprime a fuoco il suo marchio.
Se poi sei giovane e dunque vorace, con una passione mortale per il grande romanzo russo ottocentesco, e se covi la pazza idea che la lingua racchiuda ermeticamente nei suoi segreti meccanismi la categoria del sublime, allora questa, sappilo, sarà la lettura che non ti lascerà scampo alcuno.
Per chi c'è già passato (e questo è il mio caso) il discorso si complica insolitamente: in mezzo si frappongono pur sempre quei sei o sette anni, che significano altre esperienze, altre le…